Maglie che uniscono, catene che liberano

Maglie che uniscono, catene che liberano

Le maglie della catena della bicicletta si uniscono una sull’altra. E’ la loro solidarietà una con l’altra e con il sistema di trasmissione che consente alla bicicletta di muoversi, di comunicare il movimento dei pedali alle ruote.

Il viaggio in bicicletta da Roma a Bruxelles per i 60 anni dei Trattati di Roma ha voluto rappresentare questo significato in modo plastico ed esperienziale. Per far camminare le nostre società, per fare progredire le conquiste di civiltà, occorre sempre ripartire dalla cooperazione, dalla solidarietà tra i diversi corpi sociali. Tra le istituzioni locali, nazionali e sovranazionali, tra i cittadini e la società civile, tra il mondo del volontariato e il mondo economico.

In una realtà solcata da divisioni per interessi privati, abbiamo scelto di scommettere sull’unità, sul cammino di integrazione europea lanciato all’indomani della seconda guerra mondiale dai visionari di un futuro diverso. Dopo secoli di conflitti e rivalità, alcune persone hanno intravisto un orizzonte diverso, e ispirati da questa visione hanno dato l’impulso a un movimento nuovo. Questo cammino non è compiuto, anzi attraversa spesso contraddizioni e soluzioni di continuità. Le sue debolezze lo espongono alle critiche, alcune giuste, altre strumentali.

Noi ancora puntiamo sull’Unione europea a motivo dei giovani e di coloro che hanno avuto meno opportunità di partenza, meno rendite di posizione. Fare giustizia, dare più possibilità a tutti, richiede coraggio politico e istituzionale, e il coraggio politico e istituzionale ha bisogno dell’appoggio dei cittadini. Continueremo per la nostra strada per far conoscere i valori europei, per far toccare con mano i benefici e le opportunità soprattutto ai giovani. Cerchiamo con voi occasioni di incontro, di esperienza, di condivisione. Chiunque abbia idee o proposte è il benvenuto in questo viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *